L'azienda

 

L’azienda agricola Richeton sorge nel cuore della campagna Veneta, ricca non solo di bellezze naturali, ma anche di antiche testimonianze artistiche e culturali.
La gestione dell’azienda fonda sui valori e le tradizioni contadine, l’amore per la terra e per gli animali da allevamento donano dei prodotti genuini e di qualità, trattati nei moderni locali tecnici adibiti alle lavorazioni a norma delle materie prime.
La giornata è scandita dal ritmo che la natura ci impone per mantenere i 5 ettari di terreno e coltivazioni che circondano il nostro podere. Il lavoro nei campi occupa gran parte della giornata, sia d'estate che d'inverno, ed è necessario per ottenere dalla terra tutti i prodotti tradizionali che siamo fieri di offrire ai nostri ospiti.
L’azienda accoglie, oggi come tanti anni fa, forestieri ed amici nel calore di una grande famiglia, in un luogo magico ed originale, nella semplicità della vita contadina.

EL FEN
di Romano Pascutto (da “l'acqua, la piera, la tera”)

El fén taià, distirà, ingrumà,
mess sul caro, portà a covert,
levà in alt, de sora la tieda.
Gnanca la forca ghe fa pi' mal.
Parfuma da menta, sto òdor forte
che 'l slarga el naso e l'anema
e cussì, come l'è sta missià lu,
el missia tuta la vita nostra
come al temp furse mai esistì
che no gera el ben nè el mal.

La nostra storia

 
Ieri
L’agriturismo Richeton prende il nome dal soprannome della famiglia Segatto. Il cognome Segatto deriva dal verbo segare, falciare (dal latino secare). Nel 1630 prende il soprannome di Richet, Ricchet, nel 1858 quello di Enrichet, nel 1930 di Richetin e Richeton.
È a Gaiarine, Treviso, già dal 1572.
Oggi
La vecchia stalla, con quasi tre secoli di storia alle spalle, era ormai in un cattivo stato di conservazione. Il degrado, sempre più avanzato, aveva tolto all'architettura del rudere qualsiasi messaggio di vitalità.
Il restauro moderno ha permesso di recuperare l’importanza di un luogo che ha accolto uomini e mestieri, in epoche lontane dalla nostra.
La stalla riceve oggi gli ospiti dell’agriturismo, facendo rivivere l’atmosfera del tempo antico, suscitando pure il desiderio di voler conoscere e capire com’era organizzato quel mondo, quali erano le sue tradizioni e i suoi modi di vivere.